Pizza fritta

Pizza fritta

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Dosi per Persone:
Impasto
400 gr Farina Caputo
250 gr Farina Nutrifree Multiuso
400 ml Acqua Tiepida
10 gr Lievito di birra fresco
1/2 Cucchiaino Miele
1 Cucchiaio Olio evo
20 gr Sale
Ripieno
100 gr Scamorza A dadini
100 gr Prosciutto Cotto A dadini
100 gr Salame A dadini
250 gr Ricotta
50 gr Parmigiano
Pepe
200 gr Passata di pomodoro
Cottura
Olio di semi di girasole

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • Gluten Free
Cucina:

Qualcuno la chiama pizza fritta, altri il calzone. Qualsiasi nome vogliamo dargli quel che conta è il sapore. Irresistibile!

  • 1h e 15 minuti + 3h di lievitazione
  • Dosi per 4 persone
  • Media

Ingredienti

  • Impasto

  • Ripieno

  • Cottura

Presentazione

Condividi

La pizza fritta, a’ pizza fritt, è tipica della tradizione napoletana, immancabile nelle pizzerie e tra le proposte dello street food. Viene fatta con un’impasto di pizza fritto ed un ripieno di affettati e formaggi. La pizza fritta originale napoletana è con ciccioli, ricotta, pepe e provola ma dato che è difficile trovare i ciccioli fuori dalla Campania io ho utilizzato salame e prosciutto cotto. Inoltre potete decidere di aggiungere anche la passata di pomodoro per renderla ancora più saporita. Per questa ricetta io ne ho fatte alcune con pomodoro e alcune senza. Mangiatela ancora calda e preparatevi ad una bomba calorica!

Passaggi

1
Fatto

Impasto

iniziamo mettendo il lievito, l'acqua e il miele nella ciotola della planetaria. Per chi lavora a mano metteteli in una ciotola qualunque.

2
Fatto

Lasciamo che il miele e il lievito si sciolgano e poi aggiungiamo la farina un po' per volta.

3
Fatto

Quanto tutta la farina è stata assorbita aggiungiamo l'olio a filo ed infine il sale.
Continuiamo ad impastare fino ad ottenere un impasta abbastanza solido.
Io con la planetaria ho utilizzato un gancio a foglia.

4
Fatto

Spegniamo la planetaria e continuiamo a lavorare a mano per formare un panetto.

Consigli utili: infariniamoci le mani prima di lavorare il panetto

5
Fatto
3 h

Lievitazione

Copriamo la ciotola con la pellicola e lasciamo lievitare fino al raddoppio.

6
Fatto

Ripieno

Cuociamo la passata di pomodoro in un pentolino con un filo d'olio ed un pizzico di sale per circa 10 minuti. Lasciamola raffreddare (se si mette calda nelle pizze l'impasto si rompe).

7
Fatto

Tagliamo gli affettati e i formaggi a dadini piccoli.

8
Fatto

In una ciotolina mescoliamo la ricotta così da farla diventare cremosa.

9
Fatto

Passate le 3h mettiamo l'impasto sul piano da lavoro infarinato e lavoriamolo con le mani.

10
Fatto

Facciamo dei panetti e stendiamoli uno per volta aiutandoci con un matterello.

11
Fatto

Farciamolo come meglio crediamo. Io li ho fatti metà con pomodoro e metà senza.

Consigli utili: il ripieno mettiamolo al centro e non esageriamo se no rischiamo che l'impasto si rompa quando andiamo a chiuderlo. Fate attenzione a non sporcare i bordi del calzone altrimenti farete fatica a chiuderlo.

12
Fatto

Ripieghiamo l'impasto a calzone e facciamo aderire bene i bordi per evitare che il ripieno fuoriesca in cottura.

13
Fatto

Riscaldiamo abbondante olio in una padella dai bordi alti o nella friggitrice, come ho fatto io.

14
Fatto

Quando l'olio sarà bello caldo iniziamo a cuocere le nostre pizze.

Consigli utili: prepariamo un coperchio da utilizzare nel caso in cui il pomodoro fuoriesca e faccia schizzare l'olio.

15
Fatto

Lasciamo cuocere finchè non si colorano da entrambi i lati.

16
Fatto

Facciamo gocciolare su una gratella o su carta assorbente.

17
Fatto

Mangiamoli belli caldi e filanti.

Mmm Che Bontà!

Rosy

Nel 2007 la celiachia bussa anche alla porta di casa nostra, mia figlia tredicenne improvvisamente si trova a dover rinunciare ai cibi che più amava: pasta, pane, pizza. Da sempre ho cucinato per far felici gli altri e proprio a lei non doveva mancare nulla: ho iniziato a impastare e re-impastare, ad infornare e sfornare. Dolce, salato, di tutto e di più. Con il giusto mix di pazienza, passione e farine sono arrivate le ricette giuste ed oggi sento la necessità di condividerle per farvi trovare ogni giorno il sorriso dello stare #Incucinasenzaglutine.

polpette zucchine e ricotta
precedente
Polpette ricotta e zucchine
crema al caffè
successivo
Crema al caffè
polpette zucchine e ricotta
precedente
Polpette ricotta e zucchine
crema al caffè
successivo
Crema al caffè

Aggiungi Commento