Polpo arrosto

Polpo arrosto

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredienti

Dosi per Persone:
1 kg Polpo
2 Cucchiai Olio evo
Quanto basta Sale
1 Rametto Prezzemolo
1 Limone

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • Gluten Free
Cucina:

Una delle innumerevoli alternative che ci offre il polpo.

  • 1 h
  • Dosi per 4 persone
  • Media

Ingredienti

Presentazione

Condividi

Il polpo arrosto è una delle tante e gustose alternative che ci offre il polpo. Questo piatto possiamo servirlo sia come contorno che come secondo accompagnato da una buona insalata. L’ideale sarebbe mangiarlo d’estate in riva al mare ma anche farlo in casa non è niente male. Se non si vuole perdere troppo tempo potete cuocere il polpo il giorno prima così che il giorno dopo dobbiate dedicarvi solo alla breve cottura di 5 minuti.

Passaggi

1
Fatto

Iniziamo mettendo una pentola con l'acqua sul fuoco ed aspettiamo che bolla.

2
Fatto

Intanto laviamo ed evisceriamo il polpo.

3
Fatto

Quando l'acqua bolle prendiamo il polpo dalla testa ed immergiamolo un paio di volte nella pentola fino a quando i tentacoli non si arricciano.

4
Fatto

Quando i tentacoli si sono arricciati immergiamo completamente il polpo e lasciamo cuocere 45 minuti.

5
Fatto

Passati i 45 minuti con una forchetta controlliamo la cottura del polpo.
Infilziamo la forchetta nella parte più larga dei tentacoli, se la forchetta entra facilmente il polpo è cotto.

6
Fatto

Quando il polpo si è raffreddato tagliamo i tentacoli e dividiamoli a metà.

7
Fatto

Facciamo scaldare una piastra di ghisa e aspettiamo che diventi bollente.

8
Fatto

Prepariamo un intingolo con olio, limone, prezzemolo tritato e sale.

9
Fatto

Mettiamo i tentacoli sulla piastra e lasciamo cuocere due minuti per lato.

10
Fatto

Sistemiamoli su un piatto da portata e versiamoci l'intingolo.
Mmm Che Bontà!

Rosy

Nel 2007 la celiachia bussa anche alla porta di casa nostra, mia figlia tredicenne improvvisamente si trova a dover rinunciare ai cibi che più amava: pasta, pane, pizza. Da sempre ho cucinato per far felici gli altri e proprio a lei non doveva mancare nulla: ho iniziato a impastare e re-impastare, ad infornare e sfornare. Dolce, salato, di tutto e di più. Con il giusto mix di pazienza, passione e farine sono arrivate le ricette giuste ed oggi sento la necessità di condividerle per farvi trovare ogni giorno il sorriso dello stare #Incucinasenzaglutine.

pancakes
precedente
Pancake
torta salata patate, ricotta e tonno
successivo
Torta salata patate, ricotta e tonno
pancakes
precedente
Pancake
torta salata patate, ricotta e tonno
successivo
Torta salata patate, ricotta e tonno

Aggiungi Commento